L’Africa è vicina – 31 maggio ore 21 – Hotel Kursaal Cattolica

“L’Africa è Vicina”, il libro del Dr. Maurizio Lugli, si propone di condurvi attraverso le intricate vicissitudini della storia africana, dalle sue origini fino ad arrivare ai nostri giorni.
L’Africa, terra ricca di cultura e diversità, continua ad essere il crocevia di eventi che hanno segnato, segnano e segneranno il corso della storia mondiale.
Il libro si propone di stimolare il giusto approfondimento per contestualizzare le cause delle numerose sfide ancora presenti nel continente africano che inevitabilmente, se non risolte, impatteranno anche sulla stabilità politico sociale del mondo occidentale: le migrazioni provocate non solo dalle guerre ma anche dal riscaldamento globale, il radicalismo islamico provocato dalla mancanza di opportunità, la necessaria cooperazione per assicurare il diritto alla crescita dei Paesi in via di sviluppo, l’attuale situazione geopolitica che vede nuovi protagonisti nella corsa all’accaparramento delle sue risorse.
Sono tutte sfide che dovrebbero incentivare il necessario approfondimento sull’Africa grazie alla conoscenza della sua realtà storica che, nel libro, si racconta nel modo più semplice possibile per facilitarne la comprensione: è giunto il momento di trovare il giusto compromesso fra i reciproci interessi per salvaguardare i diritti del popolo africano.

Il libro sarà presentato in un incontro pubblico venerdì 31 maggio nella sala conferenze dell’Hotel Kursaal di Cattolica. Per l’occasione, il Dr. Lugli sarà affiancato dal dr. Roberto Scaini e la dott.ssa Marta Abbado.

Il Dott Roberto Scaini lavora da anni con Medici senza Frontiere.
Ha fatto missioni in Liberia, Congo, Sud Sudan, Uganda, Sierra Leone, Siria , Yemen ed ultimamente a Gaza.
Oltre a lavorare nei campi profughi ha affrontato gravi criticità sanitarie quale ad esempio Ebola in Congo, Liberia, Sierra Leone.

La Dott.ssa Marta Abbado ha lavorato come archeologa in Siria per diciassette anni dove ha preparato alla professione più di dieci allievi siriani di cui sei si sono laureati. Ha fatto esperienze In Zambia, Costa d’Avorio, Etiopia e Niger. In quest’ultimo Paese è stata per più di dieci anni responsabile del CISP (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli) una ONG italiana con la quale ha fatto vari progetti di cooperazione internazionale.

Al termine sarà possibile acquistare il libro con firma dell’autore.

L’ecosostenibilità garantisce anche la stabilità sociale

La sostenibilità ecologica del pianeta fino ai tempi recenti è stata assicurata dalle popolazioni indigene. Sono state le comunità locali che hanno usato la biodiversità per la loro sussistenza (cibo, foraggio per gli animali, fertilizzante verde…), sviluppandola e conservandola per mantenere intatto il patrimonio biologico della terra. Continue reading “L’ecosostenibilità garantisce anche la stabilità sociale”

Il Niger è anche un nostro problema

Quando si affronta un problema, qualsiasi esso sia, è necessario conoscere a fondo le cause che lo hanno generato: senza il necessario approfondimento la soluzione potrebbe non essere la più appropriata.
Il Niger, fino a poco tempo fa, era noto solo per la sua posizione geografica, ora il problema dei migranti lo ha portato all’attenzione del mondo.
È il crocevia del traffico di esseri umani che cercano di raggiungere la Libia per tentare la traversata del Mediterraneo. Continue reading “Il Niger è anche un nostro problema”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 07

Nel 2006 condizioni avverse provocarono un crollo della produzione di cibo. Paesi produttori, Russia, Ucraina, Stati Uniti, Australia, registrarono un tracollo.
Fu l’inizio che portò alla crisi alimentare mondiale del 2008.
Ci fu, a onore del vero, un insieme di concause che hanno provocato il disastro. Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 07”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 06

Negli ultimi 60 anni migliaia di miliardi sono stati trasferiti dai paesi ricchi a quelli poveri, in maggioranza africani, senza ottenere una diminuzione delle diseguaglianze ed un apprezzabile sviluppo economico.

Servono veramente gli aiuti? Molti economisti ne mettono in dubbio l’efficacia. Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 06”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 05

Le risorse naturali sono una benedizione o una maledizione?
Dopo avere letto numerosi libri al riguardo sono giunto alla conclusione che sono valide entrambe le cose. Quello che è dirimente è il contesto politico e socio-economico del paese in cui vengono trovate. Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 05”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 04

Negli anni ’60 del secolo scorso si è assistito ad un susseguirsi di dichiarazioni d’indipendenza dal colonialismo europeo di tanti stati africani.
Avrebbe potuto essere l’avvio di istituzioni politiche che si sarebbero consolidate nel tempo come vere democrazie. Purtroppo, in tanti casi, così non è stato. Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 04”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 03

Alla fine della seconda guerra mondiale l’Africa cessò di essere eurocentrica.
Grazie al Piano Marshal, attivo dal 1948 al 1952, l’ Europa riusci a risollevarsi dalle macerie e a rimettere in moto la sua economia. Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 03”

Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 02

La decennale esperienza tanzaniana mi ha convinto che, solo utilizzando uno studio multidisciplinare, oserei definirlo olistico, si possa, concretamente, dare il via ad uno sviluppo economico sostenibile, strutturato e rispondente alle reali necessità del paese in oggetto.
Continue reading “Il problema dell’Africa. Le parole del Dr. Lugli – parte 02”